Informativa
Questo sito può utilizzare cookie di profilazione di terze parti per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Sanofi
Stampa | Share

Carenza vitaminica (disvitaminosi)

Definizione

 

La disvitaminosi è una condizione patologica causata dalla carenza totale, avitaminosi, o parziale, ipovitaminosi, di vitamine, nutrienti indispensabili per la regolazione delle attività metaboliche e delle funzioni cellulari.
 
Le vitamine devono essere introdotte con la dieta poichè non sono sintetizzate dal nostro organismo, tranne alcune, prodotte in quantità minime dalla flora batterica intestinale.
 
Il loro fabbisogno giornaliero varia in rapporto all’età, all’attività fisica, alle condizioni fisiologiche e alle abitudini alimentari di ciascun individuo.
 
Una dieta varia ed equilibrata garantisce in genere il fabbisogno giornaliero raccomandato, tuttavia possono verificarsi particolari situazioni di carenza che comportano sintomi o patologie specifiche per ciascuna vitamina.
 

 

 

Cause


  
Le cause principali di carenza vitaminica sono:

  • alterato assorbimento alimentare (in seguito a diarrea, morbo celiaco, cirrosi, lesioni dell’apparato digerente) 
     
  • aumento del fabbisogno giornaliero (per esempio durante la gravidanza, l’allattamento, l’età dell’accrescimento corporeo, un’attività fisica molto intensa o in alcune malattie infettive, negli stati febbrili, nell’alcolismo cronico)   
     
  • assunzione di farmaci, soprattutto per lunghi periodi (come gli antibiotici, che possono determinare uno squilibrio della flora batterica intestinale importante per il metabolismo delle vitamine)
       
  • consumo di alimenti preparati, confezionati o conservati in mondo inadeguato (per esempio, un riscaldamento eccessivo dei cibi distrugge la vitamina C e alcune del gruppo B).